Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera vira in positivo con l'indice SMI dei titoli guida che a due ore dalla chiusura segna un leggero progresso dello 0,10 % a quota 7'946,02, mentre l'indice globale SPI avanza dello 0,34% 8'591,27 punti.

Continua a rimanere di segno negativo, ma comunque in risalita, il gigante del cemento LafargeHolcim (-0,16%), che stamane ha annunciato perdite nel primo trimestre di 47 milioni di franchi.

In calo pure Swiss Life (-1,27%), che ha registrato una flessione trimestrale del volume dei premi incassati, mentre avanza a passi di gigante Zurich Insurance (+7,86%), sebbene nei primi tre mesi dell'anno abbia realizzato utili in flessione del 28%. La performance è risultata decisamente migliore delle attese.

Tra i pesi massimi difensivi il colosso dell'alimentare Nestlé avanza dello 0,14% e Roche dello 0,53%. Novartis (-0,07%) non riesce invece a mantenersi a galla.

Debole il comparto bancario: Ubs perde il 5,16% e Credit Suisse l'1,46%. Julius Bär al momento non registra variazioni rispetto alla chiusura di ieri. I titoli di ABB, Adecco e Geberit, più esposti alle variazioni congiunturali, sono tutti di segno più.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS