Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MILANO - Dopo gli scivoloni della scorsa settimana, il piano salva euro varato viene promosso a pieni voti dalle Borse europee: l'indice Stxe 600, che fotografa l'andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio Continente, è cresciuto di oltre sette punti percentuali, con Madrid salita del 14% e Milano dell'11%.
L'euforia contagia tutte le piazze dei Paesi considerati a rischio: Lisbona +10%, Atene +9%, Dublino +7%. Molto bene anche Parigi e Amsterdam, che hanno chiuso in rialzo rispettivamente di nove e sette punti percentuali, mentre parzialmente più caute sono apparse Londra, Zurigo e Francoforte, quest'ultima frenata anche dai risultati elettorali del week end.
Con la corsa odierna, i mercati continentali hanno recuperato 350 miliardi di euro di capitalizzazione (40 miliardi solo a Milano), recuperando quasi interamente i cali accusati la scorsa settimana. E sono state le banche a guidare la riscossa dei mercati europei, confortati anche dal discreto aumento di quelli asiatici e dall'ottimo avvio di Wall street: l'indice Dj stoxx del settore del credito è cresciuto del 14% finale.
I rialzi più elevati sono stati ottenuti da Societé générale (+23,89%), Allied Irish Bank (+23,81%) e Banco Santander (+23,22%). Spront anche per Bbva e Unicredit, saliti, rispettivamente del 22,03% e del 20,93%. Tra i 'big' del comparto, il recupero meno eclatante è stato registrato da Hsbc, in aumento comunque del 6,67%. Tra gli altri settori, grandi acquisti sui titoli delle assicurazioni (Ing + 24,59%, Generali +13,10%), delle materie prime e anche delle telecomunicazioni, mentre più prudenti sono rimasti i gruppi farmaceutici, con Roche che ha limitato il rialzo all'1,79% finale.
Di seguito, la chiusura degli indici dei titoli guida delle Borse europee:
- Londra +5,16%
- Parigi +9,66%
- Francoforte +5,30%
- Madrid +14,43%
- Milano +11,28%
- Amsterdam +7,33%
- Stoccolma +6,43%
- Zurigo +4,45%
- Atene +9,13%
- Dublino +7,86%
- Lisbona +10,64%.

SDA-ATS