Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le Borse europee hanno chiuso in buon rialzo, con i titoli di Stato di Spagna e Italia che hanno guadagnato terreno, con lo spread dei Btp decennali sotto quota 440 punti. È stato l'effetto-Draghi, con i mercati - che si stanno posizionando in vista del consiglio della Banca centrale europea (BcE) di giovedì - confortati dalle parole del presidente della Banca centrale che oggi ha difeso gli acquisti dei titoli di Stato da parte di Francoforte.

Lo spread dei Btp decennali italiani, dopo aver superato la soglia dei 450 punti base nei primi scambi stamane, ha accelerato al ribasso chiudendo a 439, con i titoli che rendono il 5,77%, ben lontani dal 6% di poche settimane fa. Una tendenza positiva di cui hanno beneficiato anche i titoli spagnoli, con uno spread decennale a 548 punti base e un rendimento dei Bonos del 6,86%, sotto la soglia di guardia del 7%.

Hanno festeggiato anche le borse, con Parigi (+1,19%) e Milano (+1,10%) in testa, aiutate anche dalle attese per nuove misure di stimolo monetario (si guarda a Washington e a Pechino oltre che a Francoforte) dopo l'inatteso calo dell'attività manifatturiera in Cina che fa temere per l'economia su scala globale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS