Tutte le notizie in breve

Non convince gli inquirenti la rivendicazione islamista dell'attacco al bus del Borussia Dortmund.

KEYSTONE/AP dpa/CAROLINE SEIDEL

(sda-ats)

Gli inquirenti hanno forti dubbi che la rivendicazione islamista ritrovata sul luogo dell'attacco contro l'autobus del Borussia Dortmund sia autentica.

Secondo Sueddeutsche Zeitung, Ndr e Wdr, un'analisi commissionata dagli investigatori giunge alla conclusione che sussistono "notevoli dubbi che il documento sia stato scritto da islamisti radicali".

Gli autori della lettera, ritrovata in tre copie identiche, hanno probabilmente voluto soltanto dare l'impressione che l'attacco avesse una matrice islamica estremista, si legge nella perizia citata dai tre media.

Molti elementi della rivendicazione, che si chiude con la richiesta del ritiro dei Tornado tedeschi dalla Siria e della chiusura della base statunitense di Ramstein, erano apparsi già nei giorni scorsi insoliti: il sedicente Stato islamico (Isis), citato nella lettera, non tratta, né lascia testi di rivendicazione sui luoghi degli attentati. Nella lettera inoltre non compare alcun simbolo dell'Isis.

Esperti di sicurezza del Land del Nordreno-Vestfalia avevano già maturato la convinzione che a scriverla sia stato probabilmente un madrelingua tedesco, che ha inserito volutamente nel testo degli errori grammaticali, per far pensare che l'autore fosse uno straniero.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve