Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un poliziotto è rimasto ucciso e altri due feriti quando uno sconosciuto armato ha fatto irruzione e ha aperto il fuoco oggi in un commissariato di Zvornik, nell'est della Bosnia-Erzegovina, al confine con la Serbia.

Secondo il ministro della sicurezza della Bosnia Erzegovina, Dragan Mektic, citato dai media, si è trattato di "un atto terroristico". L'attacco sarebbe stato compiuto da un estremista islamico wahabita

È una "notizia terribile" sia per la Republika Srpska (Rs) che per la Serbia, ha detto in serata il premier serbo Aleksandar Vucic, che ha condannato fermamente l'episodio in cui sono rimasti uccisi un poliziotto e l'attentatore, e feriti altri due agenti.

Parlando alla tv pubblica Rts Vucic ha assicurato che Belgrado sosterrà la Republika Srpska (entità a maggioranza serba della Bosnia-Erzegovina) sia finanziariamente sia dal punto di vista dell'intelligence. Il presidente della Rs Milorad Dodik - ha aggiunto Vucic - sarà a Belgrado fra due giorni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS