Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un ex militare musulmano, Ibro Macic, è stato condannato oggi in primo grado a 10 anni di reclusione perché riconosciuto colpevole di aver partecipato, durante la guerra in Bosnia, all'uccisione di almeno 4 donne di etnia serba del villaggio di Blace, in Erzegovina.

Secondo la corte Macic ha inoltre partecipato, a Konjic, assieme ad alcuni altri non meglio identificati appartenenti alle forze governative, ad abusi sessuali e trattamenti disumani ai danni di detenuti civili di etnia serba, ma anche croata.

I giudici del Tribunale per crimini di guerra di Sarajevo hanno poi condannato in primo grado una donna, Indira Kameric, ex appartenente dell'Hvo, la forza militare dei croati bosniaci durante il conflitto, riconosciuta colpevole di aver partecipato a torture e maltrattamenti di civili serbi imprigionati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS