Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - I tecnici di BP hanno espresso soddisfazione oggi per come nel Golfo del Messico procedono le operazioni riguardanti la chiusura definitiva del pozzo Macondo, all'origine della marea nera.
Il cemento "tiene", da quando l'operazione è cominciata non sono state registrate controindicazioni di sorta e se tutto procederà come previsto, nelle prossime ore il pozzo sarà chiuso per sempre.
Nello stesso tempo uno dei responsabili di BP, Doug Suttles, non ha escluso che un domani BP possa procedere con nuovi pozzi nel Golfo del Messico. "Vi è ancora molto petrolio e molto gas, ora noi dobbiamo riflettere su cosa fare", ha dichiarato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS