Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È salito a due morti il bilancio delle vittime del temporale abbattutosi su Rio de Janeiro nella notte tra martedì e ieri: lo hanno confermato nelle ultime ore i vigili del fuoco, dopo aver localizzato i corpi di un uomo di 50 anni e di un giovane di 18 nel fiume Botas a Belford Roxo, frazione dell'hinterland carioca tra le più colpite dal maltempo.

La pioggia - che continua a cadere intensamente sulla metropoli, mantenendo alto il livello di allarme - ha provocato allagamenti in diverse regioni (tra cui i dintorni del nuovo stadio Maracanà), costringendo all'evacuazione dalle loro case quattromila persone.

Due comuni (Nova Iguacu e Japeri) hanno dichiarato lo stato di calamità pubblica. Le lezioni sono state interrotte in 384 scuole pubbliche statali, mentre le sirene di allerta sono suonate in 43 "favelas" invitando la popolazione ad abbandonare le case per il rischio di smottamenti.

Oltre al caos sulla viabilità urbana - la bufera d'acqua ha praticamente paralizzato la città, che tra sei mesi ospiterà i Mondiali di calcio e nel 2016 le Olimpiadi - e si registrano anche le proteste di alcuni residenti delle zone rimaste più isolate (che sono arrivati a ostacolare il traffico con una barriera di pneumatici dati alle fiamme) e vari episodi di saccheggio ai danni degli automobilisti bloccati per strada.

Il governatore di Rio, Sergio Cabral, ha chiesto aiuto direttamente alla presidente della Repubblica, Dilma Rousseff. Oltre a materassi, acqua potabile e alimenti di prima necessità, è stato richiesto l'invio di rinforzi della polizia per combattere l'ondata di rapine e depredazioni in corso soprattutto lungo l'autostrada Presidente Dutra, principale via di collegamento tra Rio de Janeiro e San Paolo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS