Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SAN PAOLO - Il Brasile è il primo Paese al mondo ad estinguere la "patente" del Viagra: avverrà fra dieci giorni quando è previsto che la pillolina azzurra della Pfizer contro le disfunzioni erettili diventerà un medicinale generico e da banco.
Ma la casa farmaceutica americana, anticipando la concorrenza delle ditte brasiliane, ne ha ridotto oggi il prezzo a metà: poco più di sei euro.
L'agenzia brasiliana della salute (Ans) stabilisce ora che i generici devono costare perlomeno il 35% in meno del medicamento di riferimento. Per cui, per la gioia dei 25 milioni di brasiliani che presentano qualche tipo di anomalia erettile, il Viagra si avvia a costare meno di 9 reais, pari a quattro euro.

SDA-ATS