Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministero dell'Agricoltura brasiliano ha comunicato di aver fatto chiudere altre due aziende delle 21 complessive indagate dallo scorso 17 marzo nell'ambito dello scandalo sulla carne avariata.

KEYSTONE/AP/ERALDO PERES

(sda-ats)

Il ministero dell'Agricoltura brasiliano ha comunicato di aver fatto chiudere altre due aziende delle 21 complessive indagate dallo scorso 17 marzo nell'ambito dello scandalo sulla carne avariata.

Cina, Egitto e Cile hanno intanto annunciato di aver ripreso le importazioni del prodotto dal Brasile, eccetto quello proveniente dagli stabilimenti sotto inchiesta.

Il divieto alla carne brasiliana è stato invece ampliato ieri dalla Svizzera, mentre l'Unione europea ha invitato i Paesi membri a rafforzare i controlli sulle importazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS