Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia federale brasiliana ha reso noto di aver smantellato una vasta rete criminale, dedita al traffico internazionale di stupefacenti e al riciclaggio di denaro sporco, che operava in sette Stati del Paese sudamericano.

Nell'ambito dell'operazione, battezzata 'Acque profonde', sono stati eseguiti, tra l'altro, dieci mandati di arresto e 47 ordini di perquisizione e sequestro nelle regioni di Goias, San Paolo, Paranà, Parà, Minas Gerais, Mato Grosso e Santa Catarina.

Secondo le forze dell'ordine, l'organizzazione malavitosa era particolarmente forte e sofisticata, tanto da progettare la costruzione di un sottomarino in Africa e persino l'acquisto di un Boeing 737, per poi fondare una compagnia aerea e poter così inviare la droga nei vari continenti senza sollevare sospetti.

Gli investigatori hanno sottolineato che il clan agiva con un "alto grado di professionalità" e in appena due anni e mezzo aveva accumulato un patrimonio che comprendeva 46 immobili - tra cui un hotel, una fattoria e quattro maxi-ville al mare - per un valore stimato in 100 milioni di reais (33 milioni di euro), oltre a possedere decine di veicoli e conti in banca.

SDA-ATS