Navigation

Brasile: corruzione, arrestato ex sottosegretario di Temer

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 marzo 2020 - 18:03
(Keystone-ATS)

La polizia brasiliana ha arrestato oggi Asterio Pereira dos Santos, ex sottosegretario alla Giustizia nel governo di Michel Temer (2016-2019), nel quadro di una nuova operazione anticorruzione della Lava Jato.

È sospettato di riciclaggio di fondi e di aver favorito la fuga di un imprenditore accusato di aver partecipato a manovre di corruzione nel Comitato Olimpico Internazionale (Coi) per assicurare che Rio de Janeiro fosse scelta come sede per i Giochi del 2016.

Pereira dos Santos, ex membro della Procura di Rio, è sotto inchiesta per presunte tangenti che avrebbe intascato quando era segretario dell'Amministrazione penitenziaria dello Stato omonimo, manovre di riciclaggio per nascondere questi fondi illegali, nonché per l'accusa di aver aiutato Arthur Cesar Soares Filho a fuggire verso gli Stati Uniti, dopo essere stato accusato di aver orchestrato l'"acquisto" di voti di membri del Coi per favorire la candidatura di Rio.

Altre sei persone sono state arrestate nell'ambito della stessa operazione di polizia, che è ancora in corso. Decine di perquisizioni sono in svolgimento a Rio de Janeiro ed altre località.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.