Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SAN PAOLO - Il presidente del Brasile, Luis Lula da Silva, ha affermato che le potenze del gruppo del G-20 mostrano resistenza a cambiare il sistema finanziario globale, alludendo esplicitamente ad alcuni paesi che stentano a considerare la Svizzera un paradiso fiscale, tendendo invece a definire in questo modo l'Uruguay.
"La mia preoccupazione - ha detto Lula - è che alcuni compagni del G-20 pensino che non occorre cambiare niente. Quando diciamo di finirla con i paradisi fiscali, non vogliono che la Svizzera sia trattata come tale, mentre lo fanno con l'Uruguay".
Il presidente Lula ha parlato di economia e crisi finanziaria durante la cerimonia di insediamento del nuovo presidente della Associazione nazionale dei fabbricanti di autoveicoli, il responsabile della Fiat per l'America Latina, Cledorvino Belini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS