Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SAN PAOLO - Il presidente del Brasile, Luis Lula da Silva, ha affermato che le potenze del gruppo del G-20 mostrano resistenza a cambiare il sistema finanziario globale, alludendo esplicitamente ad alcuni paesi che stentano a considerare la Svizzera un paradiso fiscale, tendendo invece a definire in questo modo l'Uruguay.
"La mia preoccupazione - ha detto Lula - è che alcuni compagni del G-20 pensino che non occorre cambiare niente. Quando diciamo di finirla con i paradisi fiscali, non vogliono che la Svizzera sia trattata come tale, mentre lo fanno con l'Uruguay".
Il presidente Lula ha parlato di economia e crisi finanziaria durante la cerimonia di insediamento del nuovo presidente della Associazione nazionale dei fabbricanti di autoveicoli, il responsabile della Fiat per l'America Latina, Cledorvino Belini.

SDA-ATS