Navigation

Brasile: Lula e Dilma, accusati associazione delinquere

Gli ex presidenti brasiliani Dilma Rousseff e Luiz Inacio Lula da Silva KEYSTONE/AP/ERALDO PERES sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 settembre 2017 - 07:14
(Keystone-ATS)

Il procuratore generale brasiliano, Rodrigo Janot, ha presentato denuncia alla Corte suprema contro gli ex presidenti della Repubblica, Luiz Inacio Lula da Silva e Dilma Rousseff, nell'ambito dell'inchiesta Lava Jato sui fondi neri Petrobras, la Mani Pulite locale.

Lula e Dilma, insieme ad altri sei importanti esponenti del loro Partito dei lavoratori (Pt, di sinistra), sono accusati di associazione per delinquere.

Secondo Janot, esistono forti indizi che il Partito dei lavoratori fondato da Lula abbia formato una "organizzazione criminale" per fuorviare denaro dal colosso statale del petrolio, Petrobras.

Gli accusati, in particolare, tra il 2002 e il 2016 avrebbero ricevuto tangenti per un ammontare complessivo di 1,5 miliardi di reais (oltre 400 milioni di euro).

Per il procuratore generale, Lula è stato il "grande ideatore della creazione di questa organizzazione criminale".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo