Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un giudice americano ha condannato ieri la società edile brasiliana Odebrecht e la sua controllata petrolchimica Braskem a versare 2,6 miliardi di dollari nell'ambito di un vasto scandalo di corruzione. Una parte di questa somma andrà alla Svizzera.

Durante un'audizione della Corte federale di Brooklyn, il giudice Raymond Dearie ha precisato che 2,39 miliardi di dollari (2,4 miliardi di franchi) andranno alle autorità brasiliane, 116 milioni di dollari alla Svizzera e 93 milioni agli Stati Uniti.

A dicembre, il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) aveva condannato le due società nell'ambito di un procedimento coordinato con le autorità brasiliane e statunitensi al pagamento di oltre 200 milioni di franchi per carente organizzazione dell'impresa.

Negli Stati Uniti, Odebrecht e la controllata Braskem si erano dichiarate colpevoli nella procedura regolata a livello internazionale.

Le accuse contro le due società sono legate al loro coinvolgimento nella vicenda di corruzione del gruppo petrolifero brasiliano Petrobras, che coinvolge la classe politica del paese e ha già portato a decine di arresti.

Secondo una testimonianza citata sabato dalla stampa, Odebrecht avrebbe versato un totale di 3,3 miliardi di dollari in tangenti tra il 2005 e il 2014.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS