Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Seconda sentenza a carico dell'ex direttore dell'Area internazionale di Petrobras, Nestor Cerverò.

La giustizia federale brasiliana l'ha condannato oggi a 12 anni e tre mesi di reclusione per corruzione passiva e riciclaggio di denaro nell'ambito dell'inchiesta "Lava Jato" (Autolavaggio), che dal marzo 2014 indaga su un vasto scandalo di corruzione nel colosso statale del petrolio verde-oro.

Cerverò è sospettato di aver ricevuto insieme al lobbista Fernando Baiano 40 milioni di dollari di tangenti tra il 2006 e il 2007 per l'utilizzo di navi sonda in grado di perforare a grandi profondità al largo di Africa e Messico.

L'ex manager aveva già ricevuto una pena di cinque anni per riciclaggio lo scorso maggio (per aver acquistato un appartamento di lusso a Rio de Janeiro con contanti frutto di mazzette).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS