Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Partito del movimento democratico brasiliano (Pmdb) del vicepresidente della Repubblica, Michel Temer, e principale alleato del governo, ha ufficializzato la sua decisione di separarsi dall'esecutivo guidato da Dilma Rousseff.

La scelta è avvenuta per acclamazione durante una breve riunione della direzione nazionale del Pmdb a Brasilia.

Il crollo della coalizione di governo potrebbe ora accelerare il processo di impeachment contro la presidente Rousseff.

Durante la riunione, durata meno di cinque minuti, si sono udite grida contro il Partito dei lavoratori (Pt) della presidente Rousseff e a favore della transizione di Temer alla presidenza della Repubblica. In caso di destituzione di Dilma, infatti, sarà il vicepresidente a prenderne il posto fino alle successive elezioni.

La decisione di rompere la coalizione implica l'abbandono dei ministeri e di tutti gli incarichi governativi attualmente coperti da esponenti del Pmdb. Chi si rifiuterà di farlo - ha fatto capire il vicepresidente del Pmdb, Romero Jucà - rischia l'espulsione dal partito.

Fonti giornalistiche non escludono che alcuni ministri restino lo stesso al lato di Dilma, lasciando volontariamente il Pmdb e aderendo ad altre sigle pur di continuare nel governo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS