Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È giunta al sesto giorno consecutivo, in Brasile, la protesta dei camionisti contro il rincaro del diesel, il costo del pedaggio e il prezzo del trasporto: file chilometriche di tir si sono formate in almeno sette Stati (Rio Grande do Sul, Paranà, Santa Catarina, Minas Gerais, Mato Grosso, Mato Grosso do Sul e Goias), paralizzando il traffico e compromettendo, da ultimo, anche le esportazioni agroalimentari, come quelle di pollame e suini (un affare da 27 milioni di dollari al giorno). E nei principali centri urbani iniziano già a scarseggiare cibo e carburante.

Lo sciopero è stato proclamato a tempo indeterminato dalla categoria. L'Avvocatura dello Stato ha intanto chiesto al ministero della Giustizia d'imporre multe da 100 mila reais (circa 30 mila franchi) per ogni ora in cui i camionisti si rifiuteranno di liberare il regolare flusso automobilistico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS