Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Comitato di politica monetaria (Copom) della Banca centrale brasiliana la notte scorsa ha ridotto di mezzo punto percentuale il tasso d'interesse di riferimento (Selic), portandolo dall'8% al minimo storico del 7,5%, valore più basso registrato dal 1986.

Si tratta del nono taglio consecutivo effettuato negli ultimi mesi in Brasile: esattamente un anno fa, ad agosto 2011, il tasso era fermo al 12%.

Secondo gli analisti, il ciclo di riduzioni dovrebbe essere giunto alla fine. Grazie inoltre alle numerose misure di stimolo (oltre una dozzina di pacchetti) avviate nel frattempo dal governo, l'economia brasiliana dovrebbe tornare a mostrare quest'anno qualche segno di vitalità, anche se le stime - soprattutto degli operatori del mercato finanziario - indicano una crescita del Pil comunque inferiore al 2%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS