Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due brasiliani in carcere con l'accusa di aver ucciso un bambino boliviano di 5 anni perchè questi piangeva durante una rapina sono stati uccisi in un carcere dello stato di San Paolo con un 'cocktail' letale di cocaina, viagra e candeggina.

Paulo Ricardo Martins e Felipe dos Santos Lima sono stati trasportati nell'infermeria del carcere, dove sono morti poco dopo, ha detto un funzionario del Centro di detenzione di Santo Andre, alla periferia della capitale paulista.

I due erano accusati di aver sparato ad un bambino boliviano perchè il piccolo si era messo a piangere durante la rapina compiuta dai due balordi nella casa dei genitori di Brian, due immigrati boliviani. L'episodio aveva destato un'ondata di sdegno e commozione in tutto il Brasile.

Secondo la stampa brasiliana, i due sarebbero stati eliminati in carcere da altri detenuti appartenenti al Primero comando da capital (Pcc), la gang più sanguinaria del Brasile, che controlla le carceri.

Almeno 10 detenuti sono morti negli ultimi mesi nelle carceri di San Paolo avvelenati con 'cocktail' a base di cocaina e viagra.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS