Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prosegue il tracollo dei mercati Ue, con l'indice paneuropeo Euro Stoxx giù dell'8,7% e lo Stoxx 600 giù del 7,2%. Londra perde il 4,5%, Parigi l'8,4%, Francoforte va già del 7,1%, Madrid scivola dell'11,4%, Milano perde il 10,4%.

Tra i colossi Ue Santander perde il 20%, Lloyds cede il 20,1, Bnp il 16,3%, Barclays lascia il 19,7%. Scivolano più di tutte le banche greche, con Alpha già del 29,2% ed Eurobank del 30%.

L'indice Stoxx 600 in Europa aveva fatto peggio di così solo il 6 ottobre 2008, con un crollo del 7,62%. Un nuovo scossone si era visto poi il 10 ottobre di quell'anno, con un finale in calo del 7,5%.

Nel giorno del crac Lehman il 15 settembre del 2008, negli Usa il Dow Jones negli Usa aveva segnato il peggior tonfo (in quel momento) dall'11 settembre 2001 perdendo il 4,42%. Pochi giorni dopo, il 29 settembre il DJ aveva perso il 6,98%. Il 9 ottobre del 2008 era andato già del del 7,33% e il 15 ottobre del 7,87%.

Negli stessi giorni in Europa lo Stoxx 600 andava giù il 15 settembre del 2008 del 3,47%, segnando poi un nuovo tonfo del 5,45% il 29 settembre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS