Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex primo ministro Tony Blair

KEYSTONE/AP/RICHARD DREW

(sda-ats)

Alcuni leader europei potrebbero essere flessibili sulla libera circolazione delle persone per aiutare il Regno Unito a restare nel mercato unico.

Lo ha detto l'ex premier britannico Tony Blair al programma Today della BBC Radio 4 osservando che un'opzione per il Paese sarebbe di "restare in una Ue riformata". Blair non ha voluto rivelare il contenuto delle sue conversazioni in Europa, ma ha sottolineato che non parlava "per capriccio".

Secondo Blair l'attuale situazione in Europa è diversa da un anno fa, quando il Paese ha votato per la Brexit, una scelta che l'ex premier laburista ha definito "la più seria mai fatta dalla seconda guerra mondiale".

"La stessa Europa adesso sta esaminando il suo programma di riforme - ha detto -. Avranno un cerchio ristretto nella Ue che farà parte dell'eurozona e un cerchio esterno". Bruxelles farà "riforme che penso renderanno molto più confortevole per la Gran Bretagna inserirsi in quel cerchio esterno".

SDA-ATS