Vittoria di fronte alla giustizia nordirlandese per il governo di Boris Johnson, dopo la sconfitta di fronte a quella scozzese, sulla contestata sospensione del Parlamento britannico.

Un giudice di Belfast ha infatti respinto oggi un ricorso presentato da politici e attivisti anti Brexit, secondo i quali lo stop temporaneo di 5 settimane dei lavori parlamentari deciso dall'esecutivo avrebbe potuto rappresentare una minaccia agli equilibri che assicurano la pace in Irlanda del Nord.

In precedenza un primo ricorso contro la sospensione era stato rigettato dall'Alta Corte di Londra e un secondo accolto invece ieri in appello da quella di Edimburgo, che ha decretato l'operato di Johnson al riguardo come "illegale". Ora l'ultima parola spetta la settimana prossima alla Corte Suprema del Regno. Nel frattempo Westminster resta in pausa.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.