Navigation

Brexit: Downing street, Johnson non si dimetterà

Boris Johnson all'assemblea dell'ONU a New York KEYSTONE/EPA/JUSTIN LANE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 settembre 2019 - 14:56
(Keystone-ATS)

Boris Johnson non si dimetterà. Lo ha fatto sapere Downing Street dopo la sentenza della Corte Suprema che ha giudicato illegale la decisione del premier britannico di sospendere il parlamento.

"Ho il massimo rispetto per la sentenza della Corte Suprema ma sono in disaccordo. Quindi vado avanti". Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson commentando da New York la sentenza della Corte Suprema che ha giudicato illegale la sua decisione di sospendere il parlamento. "Il Parlamento ha avuto tre anni per dibattere la Brexit", ha aggiunto Johnson ribadendo che il Regno Unito "lascerà l'Ue il 31 ottobre".

Johson, rientrerà a Londra subito dopo il suo intervento all'Assemblea dell'Onu, previsto nella giornata di oggi alle 20.00 ore locali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.