Navigation

Brexit: Johnson saluta "l'alba di una nuova era"

Boris Johnson saluta una nuova era KEYSTONE/AP/KW sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2020 - 07:31
(Keystone-ATS)

"L'alba di una nuova era": così Boris Johnson saluta la formalizzazione della Brexit nel discorso di domani notte alla nazione, dopo aver presieduto una riunione speciale del governo domani a Sunderland, città simbolo del referendum del 2016 nel nord dell'Inghilterra.

"Stanotte non segna una fine, ma un inizio", dice il premier Tory nel suo intervento anticipato in parte da Downing Street -, "un momento in cui spunta l'alba e si alza il sipario per un nuovo atto". E' tempo che il Regno e il popolo britannico tornino a "unirsi per andare oltre", chiosa.

"Il nostro lavoro come governo, il mio lavoro, è ora di riunire questo Paese e di portarlo avanti", sottolinea Boris Johnson in un altro stralcio del discorso alla nazione che sarà trasmesso in tv allo scoccare delle 23 britanniche di domani, la mezzanotte in Europa centrale, ossia il momento X del divorzio ufficiale di Londra da Bruxelles.

"La cosa più importante da dire è che questa notte non segna una fine, ma un inizio", insiste, evocando il "momento in cui spunta l'alba" o "il sipario si alza per un nuovo atto".

Il primo ministro parla poi di "un momento di rinnovamento e cambiamento reale" per il Regno. "Questa - incoraggia - è l'alba di una nuova era in cui non possiamo più accettare che le opportunità della vostra vita, della vita della vostra famiglia, debba dipendere da quale parte del Paese siate nati": e siano quindi condizionate dalle disparità fra grandi città come Londra e aree più depresse o trascurate come il nord dell'Inghilterra.

Quindi la conclusione, a mo' d'auspicio e di promessa: "Questo è il momento in cui noi iniziamo a unirci per andare oltre".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.