Tutte le notizie in breve

Non c'è nessuna cospirazione contro la Gran Bretagna, secondo la cancelliera tedesca Angela Merkel.

KEYSTONE/EPA/DAVID HECKER

(sda-ats)

"Non c'è nessuna cospirazione contro la Gran Bretagna, i cittadini hanno votato al referendum, rimpiango il risultato come tutti i miei colleghi ma chi ha chiesto di lasciare?".

Così la cancelliera tedesca Angela Merkel confermando di aver "detto che nessuno deve farsi illusioni, perché spesso succede in questi momenti".

Positiva la "buona tempistica" della May di votare ora perché "almeno abbiamo rimosso questa spada di Damocle" dai negoziati della Brexit, ha aggiunto Merkel, rilevando che è più facile negoziare quando si è uniti a 27" e che "questo non vuol dire che ci sia una cospirazione".

"Non ci siamo coalizzati contro nessuno", ha sottolineato Merkel in riferimento ad alcune dichiarazioni della premier britannica Theresa May, al contrario "abbiamo reso la cosa più semplice per la Gran Bretagna parlando con una voce sola". La scelta dei 27 di difendere insieme i propri interessi, ha quindi aggiunto la cancelliera, è "la cosa più naturale al mondo", così come fa la stessa Londra.

In ogni caso "i veri negoziati", che procederanno "per fasi", "possono cominciare solo quando il periodo elettorale in Gran Bretagna sarà finito", in quanto il voto per Merkel "ovviamente avrà un'influenza su come il governo britannico arriverà ai negoziati". Ad oggi, ha spiegato, "non abbiamo idee più chiare sui tempi di quando la prima fase" sulla sistemazione del passato "sarà finita", anche se il capo negoziatore Ue Michel Barnier ha auspicato "entro l'autunno", né "se ci sarà una fase di transizione e quando comincerà la seconda" per definire le future relazioni con la Gran Bretagna.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve