Botta e risposta al Question Time di oggi alla Camera dei Comuni fra Theresa May e Jeremy Corbyn sulle prospettive di ratifica dell'accordo sulla Brexit sottoscritto dal governo con Bruxelles l'11 dicembre.

"È chiaro che non sarà approvato da questo Parlamento", ha tuonato Corbyn, criticandone i contenuti, bollando l'attuale esecutivo come "il più caotico" della storia recente e sfidando May ad accettare la necessità di discutere di "un piano alternativo" da sottoporre all'Ue in grado di raccogliere i voti della maggioranza dei deputati di Westminster.

"L'alternativa a questo accordo sarebbe il caos" o "il tradimento dei pochi contro i molti" rispetto alla volontà degli elettori espressa dall'esito pro Brexit del referendum del 2016, ha replicato la premier conservatrice, accusando Corbyn e il suo cancelliere dello Scacchiere ombra di essere "il vero pericolo" per il Paese con le loro ricette economiche. E additando McDonnell per aver dichiarato d'esser pronto a votare per rimanere nell'Ue ove mai vi fosse un secondo referendum.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.