Navigation

British: falliti colloqui, da domani via scioperi

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 marzo 2010 - 16:21
(Keystone-ATS)

LONDRA - Inizieranno domani tre giorni di sciopero del personale di cabina della British Airways: sono infatti falliti i colloqui tra l'azienda e il sindacato Unite. Si tratta di una prima tre giorni di agitazione, cui ne dovrebbe seguire atri quattro a partire dal marzo. Sciopereranno circa 12 mila dipendenti.
Il segretario generale di Unite, Tony Woodley, ha annunciato poco fa che le parti non sono state in grado di trovare un'intesa sulla disputa, che riguarda i contratti e le condizioni di lavoro per i nuovi assunti. "Questa azienda non vuole negoziare, e alla fine vuole andare alla guerra con questo sindacato. Noi sosterremo i nostri iscritti", ha dichiarato.
L'ad di British Willie Walsh ha definito "profondamente spiacevole" la decisione di andare allo sciopero: "Decine di migliaia di persone della British Airways sono pronti a servire i nostri passeggeri e Ba volerà e continuerà a volare in queste giornate di agitazione sindacale".
Sia Walsh, sia Woodley, si sono detti pronti a riprendere i colloqui in qualsiasi momento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?