Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo federale belga ha decretato tre giorni di lutto nazionale dopo gli attentati di stamani a Bruxelles. Lo ha annunciato il ministro dell'Interno Jan Jambon citato da media belgi.

Intanto la polizia belga ha riferito che alle 16 riapriranno le stazioni ferroviarie di Bruxelles-Midi e Bruxelles-Nord, mentre resta chiusa quella di Bruxelles-Centrale.

Il ministero dei trasporti ha comunicato che resteranno chiuse le stazioni di Schumann (nel cuore delle istituzioni europee) e Luxembourg, sotto il Parlamento Ue.

Le stazioni, al fine di facilitare i controlli di sicurezza, saranno comunque accessibili da un solo ingresso.

Resta chiusa anche la stazione dell'aeroporto di Zaventem. Per ora non si hanno invece notizie della ripresa dei servizi urbani di trasporto pubblico. Le ferrovie Sncb hanno intanto invitato a non intraprendere viaggi verso la capitale belga.

Nel primo pomeriggio l'emittente belga Vtm ha riferito che l'impianto nucleare di Tihange, a Liegi, è stato evacuato. Mentre il quotidiano belga Le Soir ha parlato di un'allerta bomba all'ospedale di Saint-Pierre, dove sono state ricoverate diverse persone ferite negli attentati di stamane e dove era stato ricoverato Salah Abdeslam dopo la sua cattura.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS