Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Khalid Zerkani, "l'emiro di Molenbeek" conosciuto anche come "Babbo Natale", reclutatore di decine di giovani partiti per la Siria, è stato condannato a 15 anni dalla Corte di appello di Bruxelles.

I giudici lo hanno riconosciuto a capo di una filiera terroristica, assieme a Fatima Aberkane. Per i giudici è "il principale reclutatore di candidati alla jihad mai visto in Belgio". Zerkani ha reclutato anche molti dei personaggi implicati negli attentati di Parigi e Bruxelles, come Abelhamid Abaaoud, Reda Kriket e Najim Laachraoui.

La prima inchiesta su Zerkani fu aperta nell'aprile 2012 per "riunioni sediziose a sfondo jihadista" a Molenbeek, ma l'imam rimase in libertà fino al 2014, quando fu catturato dalla polizia.

Nel frattempo, almeno 18 suoi adepti sono andati a combattere in Siria. In primo grado Zerkhani era stato condannato a 12 anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS