Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È sano e salvo un gruppo di liceali friburghesi che stamani era in viaggio nella metropolitana di Bruxelles quando sono avvenuti gli attentati. Lo indica il Canton Friburgo in un tweet.

Gli allievi, che frequentano l'istituto St-Michel di Friburgo, sono rientrati incolumi al loro albergo. Saranno peraltro rimpatriate in pullman tre classi vodesi che soggiornavano a Bruxelles e a Bruges.

Secondo quanto indica il sito internet di 20minutes - il primo ad aver riferito della presenza nella metropolitana dei giovani friburghesi - la classe di liceali al terzo anno si apprestava a visitare la capitale belga questa mattina quando è avvenuta l'esplosione. Secondo un parente, a causa di un leggero ritardo gli allievi sarebbero saliti sul convoglio che seguiva la metropolitana colpita dall'atto terroristico.

A metà mattinata - indicano le autorità friburghesi - i liceali e gli insegnanti che li accompagnano hanno potuto raggiungere il loro albergo. Attualmente non vi sono altre classi scolastiche friburghesi che soggiornano in Belgio.

Saranno invece rimpatriate in pullman entro domani tre classi di liceali vodesi arrivate ieri a Bruxelles e a Bruges. Lo indica il Dipartimento vodese della formazione, della gioventù e della cultura. Nessuno di loro è stato esposto agli attentati.

Confermando la notizia data dal sito internet di Le Matin, il Dipartimento vodese precisa che le due classi presenti a Bruxelles stavano visitando il Museo delle Belle Arti della capitale belga quando è stata data l'allerta. Sono state momentaneamente costrette a rimanervi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS