Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Va aumentando il numero di migranti e profughi che dall'Austria giungono in treno nella località sangallese di Buchs. Polizia cantonale, guardie di confine e autorità comunali sono pronte, ma per ora la situazione è ben lontana dall'emergenza.

Il Consiglio di Stato sangallese, rispondendo a un'interrogazione urgente in Gran consiglio, ha reso noto che negli ultimi giorni sono entrati fino a 80 richiedenti asilo. Le guardie di confine hanno predisposto un centro di smistamento in un ex edificio della Posta.

Per fine anno e per l'inizio del 2016 ci sarà bisogno di locali aggiuntivi dove alloggiare i prossimi arrivi, secondo il governo cantonale, che vedrebbe di buon occhio il contributo di privati cittadini ad alloggiare rifugiati.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS