Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Bulgaria: drammatica situazione a frontiere con Grecia

Si è fatta drammatica la situazione al confine tra Bulgaria e Grecia. Da diversi giorni gli agricoltori ellenici bloccano alcuni dei punti di frontiera, in segno di protesta contro l'aumento delle imposte e il progetto di riforma pensionistica.

I camionisti bulgari, esasperati per la situazione di paralisi venutasi a creare, da tre giorni hanno iniziato una contro-protesta ad oltranza, bloccando sul territorio bulgaro il passaggio di qualsiasi automezzo diretto in Grecia.

Oggi la contro-protesta si è estesa a tutti i sei valichi di frontiera, con le comunicazioni stradali tra i due paesi praticamente paralizzate. Secondo le organizzazioni degli autotrasportatori bulgari le proteste degli agricoltori greci hanno arrecato finora danni alla loro attività per oltre 10 milioni di euro.

Stando alle ultime stime diffuse dalla Radio nazionale bulgara, sono ormai circa 6 mila i camion che rimangono bloccati al confine dalle due parti. Il ministro dei trasporti bulgaro Ivaylo Moskovski ha definito la condotta degli agricoltori greci "irresponsabile e scandalosa". Intanto il parlamento di Sofia ha approvato oggi una dichiarazione nella quale si chiede che la Commissione europea avvii una procedura di infrazione nei confronti delle autorità elleniche per non avere intrapreso i passi necessari per risolvere la crisi al confine bulgaro-greco.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.