Ci sono voluti 18 giorni di incessanti operazioni di soccorso per recuperare i corpi degli ultimi due minatori, di 35 e 42 anni, rimasti intrappolati nel crollo della miniera di Oranovo, in Bulgaria, nei pressi della città di Simitli, il 16 luglio scorso.

Il giorno successivo al crollo che aveva bloccato a trenta metri di profondità quattro minatori i soccorritori avevano recuperato i corpi senza vita di due di loro.

Il ministro dell'economia e dell'energia, Dragomir Stoynev, ha annunciato oggi in parlamento che molto probabilmente la miniera sarà chiusa per una serie di violazioni delle normative in vigore per la sicurezza sul posto di lavoro.

Intanto, il governo ha dichiarato per lunedì prossimo una giornata di lutto nazionale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.