Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nessuna sorpresa dalle elezioni amministrative di oggi in Bulgaria.

A fronte di una scarsa affluenza alle urne, il partito conservatore "Gerb" al governo a livello nazionale riconferma le proprie posizioni, mentre il suo principale avversario, il Partito socialista bulgaro (Bsp), rimane secondo.

È atteso ora per domenica prossima il ballottaggio sui sindaci di numerosi centri del Paese balcanico. In questo primo turno ha votato il 46,5% dei quasi 6,36 milioni di elettori.

Stando ai primi exit poll, annunciati subito dopo la chiusura delle urne, Gerb del premier Bojko Borisov raccoglie complessivamente il 34% dei voti, Bsp il 17% e Dps, il partito della minoranza turca, il 14%.

A Sofia, la capitale da circa due milioni di abitanti, l'attuale sindaco Yordanka Fandakova (Gerb) ha ottenuto un terzo mandato con il 59,9% dei voti. Al primo turno Gerb vince anche nelle grandi città di Varna e di Burgas.

Le amministrative di oggi erano abbinate a un referendum sul voto elettronico, promosso dal presidente Rossen Plevneliev. Alla consultazione ha partecipato circa il 35% degli elettori, un quorum insufficiente a rendere vincolante il suo esito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS