Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Russia prolunga di un anno l'embargo sulle importazioni di generi alimentari dalla Bulgaria.

Lo ha dichiarato alla Radio Fokus il ministro dell'Agricoltura e degli Alimenti, Dessislava Taneva, reduce da una sua visita a San Pietroburgo dove si è incontrata, a margine del Forum economico internazionale, con il suo omologo russo Aleksandr Tkaciov.

A suo dire, Tkaciov le ha mostrato il relativo decreto del Cremlino. Si fa comunque eccezione, questa volta, delle carni e dei legumi utilizzati per la produzione di alimenti per bambini in Russia. La misura nei confronti della Bulgaria, Paese membro dell'Ue, fa parte della risposta di Mosca dopo l'embargo imposto da Bruxelles a seguito degli avvenimenti in Ucraina.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS