Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Solo un atteggiamento pragmatico può riconciliare libera circolazione delle persone e volontà popolare. Lo ha affermato oggi a Milano il consigliere federale Didier Burkhalter in occasione della terza edizione del Forum per il dialogo bilaterale tra Svizzera e Italia.

Il previsto incontro con il ministro degli esteri italiano Paolo Gentiloni non ha tuttavia avuto luogo, visto che questi è stato trattenuto a Vienna per il vertice sulla crisi siriana.

Dopo aver parlato dell'Esposizione universale come di una vittoria sia per l'Italia che per la Svizzera, Burkhalter, negli spazi di Palazzo Clerici, in centro città, ha ripreso il concetto definendo la via bilaterale un successo per le due parti. Per questo, ha aggiunto, va sottolineata l'importanza delle consultazioni in atto fra governo svizzero e Commissione europea per giungere a una soluzione concreta.

Secondo Burkhalter è necessario dar prova di pragmatismo anche per affrontare le attuali sfide dell'immigrazione. La Confederazione è uno dei paesi al mondo con il più alto tasso di immigrazione, ha fatto notare, evocando anche il delicato tema degli oltre 300'000 frontalieri che rendono la Svizzera una destinazione privilegiata per i lavoratori europei. "È una fortuna per il nostro sviluppo economico, ma anche una vera e propria sfida", ha rilevato.

Svizzera e Italia possono costruire insieme il proprio futuro, ha aggiunto, ricordando la realizzazione della nuova trasversale ferroviaria alpina (NTFA) e la volontà elvetica di migliorare i collegamenti con il resto del continente. Il carburante per guardare avanti lo forniscono gli intensi scambi commerciali fra i due Paesi, ha aggiunto, basti pensare che quelli con il solo Nord della Penisola equivalgono a quelli fra Svizzera e Cina.

Resta comunque ancora molto da fare, ha messo in guardia in conclusione, evocando la questione dell'imposizione dei lavoratori frontalieri o la convenzione contro la doppia imposizione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS