Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Didier Burkhalter ha espresso oggi la sua gratitudine nei confronti degli Svizzeri che presero parte alla mobilitazione generale del 1939. In una nota diffusa oggi, a 75 anni dagli eventi, il presidente della Confederazione ha lodato il loro "coraggio per difendere il nostro Paese" dalle terribili minacce di allora.

"La Seconda guerra mondiale ha evidenziato anche in Svizzera zone d'ombra, a volte perfino di oscurità, che ci invitano all'umiltà e al raccoglimento", ha rilevato il responsabile della diplomazia elvetica, sottolineando come al contempo una moltitudine di volonterosi si siano schierati in favore della dignità e della libertà.

Il consigliere federale ha inoltre ricordato che "la pace, la stabilità e la sicurezza internazionali non sono scontate, ma vanno conquistate in ogni epoca con la fermezza delle nostre azioni e della nostra volontà."

Burkhalter ha infine espresso l'auspicio che le numerose giornate di commemorazione succedutesi quest'estate incitino le popolazioni di tutto il mondo "a cercare, in ogni situazione difficile, il cammino della diplomazia e del dialogo, il cammino della pace".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS