Navigation

Calmy-Rey vuole consolidare ruolo Ginevra internazionale

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 gennaio 2011 - 18:09
(Keystone-ATS)

GINEVRA - Micheline Calmy-Rey vuole consolidare la posizione di Ginevra come centro della "governance" mondiale: di fronte alla concorrenza di altre città la Svizzera è disposta a investire centinaia di milioni di franchi supplementari, ha dichiarato oggi la presidente della Confederazione e ministra degli esteri in un incontro con la stampa al locale Club suisse de la presse.
"La Ginevra internazionale è uno strumento precipuo della politica estera della Svizzera e un vantaggio prezioso", ha affermato la consigliera federale. Tra le sfide da affrontare, ha citato la concorrenza, fattasi più viva, di altre città e la necessità di ristrutturare stabili in cattivo stato.
"Bisogna trovare i mezzi per consolidare Ginevra come centro della governance mondiale", ha rilevato la Calmy-Rey. La partecipazione finanziaria della Svizzera sarà "condizionata a un impegno delle organizzazioni internazionali", da tradursi in "un fondo di ristrutturazione alimentato regolarmente" e nell'obbligo di rimborsare i prestiti della Confederazione prima che ne siano decisi di nuovi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?