Navigation

Cambi: euro e dollaro molti deboli rispetto a franco dopo mossa BNS

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 agosto 2011 - 10:11
(Keystone-ATS)

L'annuncio della Banca nazionale svizzera (BNS) di nuovi interventi contro il franco forte hanno tutt'altro che sortito l'effetto voluto, almeno nel loro impatto immediato: subito dopo che l'istituto centrale ha reso note le sue decisioni l'euro è crollato di tre centesimi e il dollaro di due centesimi.

La valuta UE dopo le 07.00 di stamane aveva raggiunto i massimi delle ultime settimane, salendo a 1,1550 franchi. Ma poco dopo le 09.00 è scesa fino a 1,1222, per poi risollevarsi solo lievemente intorno a 1,13 franchi.

Praticamente identica è stata l'evoluzione del dollaro, che oggi è tornato a superare quota 0,80 franchi, piombando però dopo l'annuncio della BNS a 0,7825; ora il biglietto verde è scambiato a circa 1,7850 franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?