Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BANGKOK - Le "camicie rosse" thailandesi, dopo aver dato un giorno di tempo al governo per sciogliere il Parlamento, circonderanno domani mattina la caserma da dove il primo ministro Abhisit Vejjajiva sta fronteggiando la manifestazione di protesta tuttora in corso a Bangkok. Lo ha annunciato Natthawut Saikua, uno dei leader del movimento popolare fedele all'ex premier Thaksin Shinawatra.
Un portavoce dell'esercito, colonnello Sansern Kaewkamnerd, ha fatto sapere che ulteriori 20 compagnie di militari sono state mobilitate per difendere l'edificio da una possibile invasione delle camicie rosse. La capitale è già presidiata da 50 mila uomini delle forze di sicurezza, che hanno eretto barricate intorno a tutti i palazzi possibili obiettivi dei manifestanti.
Il primo ministro thailandese Abhisit Vejjajiva non intende dimettersi né sciogliere il Parlamento, come richiesto dall'ultimatum dato dalle "camicie rosse", i sostenitori dell'ex premier Thaksin Shinawatra. Lo ha dichiarato lo stesso Abhisit, aggiungendo che il governo non ha in programma di reprimere l'imponente manifestazione con la forza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS