Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il 2012 è stato un anno da incorniciare non solo per i venditori di automobili: anche quelli dei veicoli utilitari hanno fatto buoni affari.

Stando ai dati pubblicati oggi dall'associazione di importatori auto-svizzera sono stati acquistati 30'453 furgoni di peso fino a 3,5 tonnellate, con una progressione del 6,8% rispetto a un 2011 già caratterizzato da una forte crescita. I mezzi destinati al trasporto di persone (pullman, bus e camper) segnano un incremento dell'8,7% a 3828.

Per quanto riguarda i camion e gli autoarticolati vi è stata invece una flessione del 9,7% a 3853 veicoli: secondo auto-svizzera la diminuzione va però relativizzata, perché il 2011 era stato un anno eccezionale (4265 camion venduti, +24% rispetto ai dodici mesi precedenti). Si notano inoltre marcate differenze a seconda del segmento: i veicoli con peso inferiore alle 7 tonnellate mostrano un aumento del 12,1%, mentre la diminuzione più forte è stata registrata in relazione ai bisonti di peso totale oltre 32 tonnellate (-23,1%)

"Le buone cifre del mercato dei veicoli utilitari dimostrano che l'economia elvetica è tornata girare come un tempo", afferma il direttore di auto-svizzera Andreas Burgener, citato in un comunicato. Per l'anno in corso l'ottimismo viene però temperato dalla prudenza: l'associazione punta sulla vendita di 27'000 veicoli di trasporto leggero e 4100 pesanti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS