Le autorità canadesi hanno arrestato a Vancouver la direttrice finanziaria della società cinese Huawei Technologies, Meng Wanzhou, che ora rischia l'estradizione negli Usa, dove è in corso un'indagine per accertare se il colosso abbia violato le sanzioni all'Iran.

Lo rende noto il Dipartimento di giustizia canadese. L'arresto di Meng Wanzhou, figlia del fondatore della società, è destinato probabilmente ad aumentare le tensioni tra Usa e Cina nel campo tecnologico, dopo la recente tregua sui dazi. Domani è prevista l'udienza in cui il giudice deciderà se rilasciarla su cauzione. In ogni caso è stata arrestata su richiesta degli Usa, che intendono chiedere l'estradizione.

Huawei, uno dei più grandi produttori cinesi di telefonini, è finita nel mirino delle autorità americane per timori legati alla sicurezza: l'acquisto e l'uso di telefonini Huawei è stato vietato nelle agenzie governative.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.