Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il fondo nazionale per la ricerca scientifica sostiene il progetto per la vendita di canapa in farmacia

KEYSTONE/STEFFEN SCHMIDT

(sda-ats)

Il Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (FNS) sostiene finanziariamente un progetto pilota della città di Berna in base al quale un gruppo ristretto di giovani potranno acquistare stupefacenti derivati dalla canapa direttamente in farmacia.

La notizia, rilevata dalla "SonntagsZeitung", è stata confermata all'ats dalla municipale ecologista Franziska Teuscher, responsabile degli affari sociali. I costi totali del progetto non possono ancora essere quantificati, ma il Fondo interverrà con un sostegno finanziario di 720 mila franchi.

Molti consumatori di droghe leggere comprano sul mercato marijuana coltivata indoor, che vanta un elevato livello di THC ma può contenere anche pesticidi o muffe. Il progetto bernese vuole appurare quali siano gli effetti della vendita controllata su un gruppo di giovani di almeno 18 anni che risiedono nella capitale e che consumano cannabis con regolarità.

L'Istituto di medicina sociale e preventiva (ISPM) dell'Università di Berna, dopo aver ricevuto a febbraio il via libera dalla commissione etica cantonale, si appresta ora a inoltrare una richiesta di autorizzazione presso l'Ufficio federale della sanità pubblica. Credo che l'istanza "verrà presentata nei prossimi mesi", ha detto Franziska Teuscher.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS