Navigation

Cannes: Panahi e Rasulof a Festival con film semi-clandestini

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 maggio 2011 - 13:28
(Keystone-ATS)

Gli iraniani Jafar Panahi et Mohammad Rasulof - attualmente oggetto di una procedura giudiziaria in Iran che gli è valsa una condanna a sei anni di prigione e un divieto di lavorare per vent'anni nei confronti della quale hanno fatto appello - saranno presenti al Festival di Cannes con due film realizzati in condizioni semi-clandestine: è quanto si legge in una nota diffusa dall'ufficio stampa dello stesso Festival di Cannes, che è riuscito ad ottenere le due pellicole.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?