Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) in una lettera ai Cantoni chiede di prendere misure in previsione di un rapido aumento del numero di rifugiati provenienti dalla Siria.

La SEM ha confermato all'ats una notizia pubblicata oggi dalla Neue Zürcher Zeitung in cui si afferma che una lettera di avvertimento è giunta questa settimana ai Cantoni riguardo ad un possibile forte aumento delle ripartizioni "nelle prossime settimane".

Secondo quanto indicato nella missiva, dalla scorsa primavera e dall'arrivo dei rifugiati provenienti dalla Siria, la Confederazione ha aumentato la capacità di ospitalità da 2400 a 3100 posti. Inoltre, sono stati reclutati traduttori supplementari.

La Confederazione sta esaminando ulteriori possibilità: anche quelle che non corrispondono ai consueti requisiti delle infrastrutture.

Lo stato e i Cantoni devono prendere provvedimenti "considerata l'imponderabilità dell'attuale situazione" per il rapido e forte aumento dei numeri delle richieste d'asilo. Nei prossimi giorni non è da escludere, "che in Svizzera aumenteranno le entrate dall'est dei richiedenti asilo", si precisa.

Il governo sangallese, cantone di frontiera, è già a buon punto ed esorta la Confederazione ad assumersi le proprie responsabilità. Il Cantone sostiene di essere a buon punto con i preparativi. Nei giorni scorsi attraverso la frontiera ad est sono arrivati fino a 80 profughi al giorno, afferma in una presa di posizione odierna rispondendo ad un'interrogazione urgente in Gran consiglio. La polizia ha organizzato un centro dove raccoglie tutte le informazioni sui movimenti dei rifugiati. Un gruppo di lavoro è stato realizzato per organizzare trasporti, luoghi di accoglienza e cure sanitarie. Inoltre alla stazione di frontiera di Buchs (SG) un vecchio ufficio postale è stato trasformato in centro di smistamento.

Il governo sangallese esorta la SEM a creare più posti e fare in modo che i richiedenti asilo vengano ripartiti rapidamente in altri cantoni. Secondo il Cantone la Confederazione deve inoltre assumersi i costi per gli alloggi temporanei. Il responsabile del dipartimento di sicurezza e di giustizia interrogherà a questo proposito la SEM.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS