Navigation

Capo della farmacia dell'esercito licenziato con ristrutturazione

Licenziato il capo della farmacia dell'esercito sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 luglio 2020 - 13:29
(Keystone-ATS)

Il capo della farmacia dell'esercito, Heinz Moll, è stato destituito dal suo incarico dal capo delle forze armate Thomas Süssli. Secondo l'esercito, la decisione è dovuta a ragioni mediche e a una ristrutturazione interna.

Moll lavora in una posizione diversa da maggio "per motivi di salute", ha detto oggi il portavoce dell'esercito Daniel Reist all'agenzia di stampa Keystone-ATS confermando un articolo della "SonntagsZeitung". Il nuovo lavoro è una funzione con meno responsabilità, ha precisato. Reist ha aggiunto che l'esercito non può fornire ulteriori dettagli per motivi di protezione della sfera personale.

Secondo la "SonntagsZeitung", Moll è stato licenziato per e-mail. Ora è subordinato all'ufficiale medico capo dell'esercito, in qualità di principale specialista responsabile delle direttive su tutte le questioni relative alla farmacia. La nomina del suo successore dovrebbe avvenire all'inizio del prossimo anno.

Il 18 maggio le forze armate avevano annunciato una prossima ristrutturazione e deciso di subordinare la farmacia alla base logistica, una decisione che era già stata discussa nel 2018.

"Quando una ristrutturazione è imminente, è normale che ad alcune persone non vengano più affidati tutti i compiti", ha aggiunto Reist. La decisione di destituire Moll è stata presa anche considerando che fra circa un anno andrà in pensione. Il portavoce dell'esercito ha negato che il licenziamento abbia a che fare con i metodi di lavoro di Moll. Fino alla nomina di un nuovo capo della farmacia dell'esercito, il colonnello Dan Aeschbach assumerà la funzione ad interim.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.