Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I Frati cappuccini svizzeri hanno dato mandato a una commissione indipendente di indagare su una vicenda di abusi sessuali commessi da un religioso pedofilo, non più punibili perché caduti in prescrizione.

Una delle vittime - Daniel Pittet, un bibliotecario friburghese di 58 anni - aveva denunciato gli abusi in un libro, pubblicato lo scorso febbraio anche in italiano con la prefazione di papa Francesco. Era peraltro emerso che il religioso pedofilo, plurirecidivo e tuttora frate in un convento della Svizzera tedesca, aveva beneficiato di coperture da parte della gerarchia ecclesiastica.

Della commissione fanno parte l'ex giudice cantonale friburghese Alexandre Papaux, il professore emerito di storia Francis Python e il professore di diritto Yves Mausen, che avranno libero accesso a tutti gli archivi della diocesi di Losanna, Ginevra e Friburgo. I risultati dell'inchiesta, indica un comunicato dei Cappuccini, saranno noti tra alcuni mesi

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS