Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'immagine del lancio del cargo russo Progress che sta per arrivare alla Stazione Spaziale Internazionale (foto d'archivio).

KEYSTONE/EPA ROSCOSMOS PRESS SERVICE / HO/ROSCOSMOS / HANDOUT

(sda-ats)

Il cargo russo Progress sta per arrivare alla Stazione Spaziale Internazionale, dopo essere partito il 14 giugno con quasi 3 tonnellate di rifornimenti. L'aggancio è previsto per le 13.42 svizzere.

Il cargo Progress 67 è stato lanciato il 14 giugno scorso dalla base di Baikonur, Kazakhstan e oggi si aggancerà alla Stazione grazie al modulo russo Zvezda. Trasporta quasi tre tonnellate di rifornimenti, tra cibo, carburante, pezzi di ricambio e materiale per gli esperimenti. A bordo ci sono anche quattro piccoli satelliti, che saranno liberati dagli astronauti durante una passeggiata spaziale in programma nel 2017.

Il cargo russo rimarrà agganciato alla Stazione Spaziale per diversi mesi, fino a dicembre 2017: nel frattempo sarà caricato di rifiuti, dopodiché verrà sganciato, fatto uscire dall'orbita della Stazione e fatto bruciare nell'atmosfera.

L'ultimo incidente di un Progress risale al 28 aprile 2015: un cargo ha fallito l'incontro con la Stazione Spaziale, a causa di una improvvisa perdita di controllo dell'assetto di volo. Il cargo non è riuscito a correggersi in tempo, poiché viaggiava ad una velocità troppo elevata, ed è caduto all'interno dell'atmosfera terrestre, disintegrandosi insieme al suo carico.

Circa 12 giorni fa erano arrivati alla Stazione altri rifornimenti con la capsula Dragon, costruita dall'azienda americana Space X per la Nasa. Anche la capsula Dragon ha consegnato quasi tre tonnellate di materiali, attrezzature e ovviamente cibo.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS