Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Niente crisi per i 24 negozi della Caritas che offrono a persone bisognose alimenti di base, prodotti freschi e articoli per l'igiene a prezzo contenuto: l'anno scorso hanno venduto merce per 12,7 milioni di franchi (+19%), un record assoluto. A Zurigo un secondo negozio aprirà le porte, mentre nel canton Vaud un'unità mobile è in funzione da gennaio.

L'anno scorso i negozi Caritas hanno venduto più di un milione di litri di latte, 80'000 litri d'olio, 250'000 chili di farina, 130'000 chili di zucchero e 120'000 chili di pasta, indica l'ONG in un comunicato odierno. Frutta e verdura sono stati particolarmente apprezzati con un volume d'affari in aumento del 29%.

Per poter comprare in questi speciali punti vendita bisogna essere in possesso di una tessera d'acquisto personale rilasciata dagli uffici d'assistenza sociale o dalle organizzazioni caritative come la stessa Caritas, che attestino la situazione di precarietà.

L'aumento del fatturato mostra che l'offerta guadagna visibilità ma anche che le 590'000 persone toccata dalla povertà in Svizzera dipendono molto concretamente dalle misure d'economia dell'aiuto sociale e di altri organi pubblici, scrive Caritas.

Entro il 2020 l'organizzazione prevede di avere 30 negozi in tutta la Svizzera nel quadro della sua azione "Dimezzare la povertà".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS